logo mobile

Un tesoro

Il Gran Deposito è la più vasta e antica collezione al mondo di botti plurisecolari, risalenti al 1600, al 1700 e al 1800.

Passione di famiglia

Solo la costante passione di famiglia ha permesso di tramandare nel tempo e mantenere produttive le botti attraverso le generazioni.

Ogni erede della famiglia ha curato l'acetaia con la medesima passione dei suoi predecessori.

La ricetta di Giuseppe Giusti

Uno dei più antichi documenti riguardanti l'Aceto Balsamico, tuttora custodito nel Museo di famiglia, è un articolo del 1863 in cui Giuseppe Giusti indicava le tre regole d'oro per un grande prodotto: bontà delle uve, qualità dei recipienti e tempo.

Maestria acetiera

Gli strumenti per realizzare l'Aceto Balsamico Tradizionale sono ancora gli stessi che venivano utilizzati in passato.

Anche la finitura delle bottiglie, in alcuni casi, viene ancora effettuata a mano.

L'artigianalità continua ad essere un valore aggiunto per Giusti.

Un lavoro certosino, completamente manuale, in cui l'abilità dell'acetiere e la conoscenza delle proprie botti fanno la differenza.

La qualità superiore dell'Aceto Balsamico Giusti è figlia di una cura speciale.

Che solo una grande tradizione famigliare può regalare.